L'origine

L'Associazione Volontari per le cure Palliative nasce nel 1992 a Tortona grazie all'impegno e alla sensibilità di un gruppo di medici ed infermieri, pionieri di questo altro aspetto della medicina.
Nel 1997 Enrico era mancato da appena un anno, amorevolmente seguito dall'Associazione; fino a quel momento era il paziente più giovane preso in cura e ciò nonostante, un esempio nel confrontarsi e collaborare con l'equipe dell'Associazione nel suo percorso di cure.
Nel corso della malattia, ha dimostrato la sua vera professionalità nell'affrontare la sofferenza e il dolore, come la più importante partita del campionato.
La sua principale preoccupazione era dare forza ai suoi cari, sia questi parenti che amici.
Il suo coraggio e la sua dignità, uniti alla dolcezza e giovialità, sono stati visti dai volontari come modello per aiutare altri pazienti, per questo viene deciso di dare il suo nome all'Associazione Volontari per le cure palliative.
La mamma Paola ha accolto in prima persona il coraggio e l'esempio di Enrico, dopo aver assistito il figlio; dal 1997 segue con impegno e devozione tutte le attività dell'Associazione, all'interno del Consiglio direttivo.
La Signora Paola da volontaria affianca i pazienti, insieme con l'equipe, presso il day hospital oncologico dell'Ospedale di Tortona.
I genitori, gli ex compagni di squadra dell'Inter e molti altri amici decidono di ricordare le generose doti umane di Enrico e lanciano l'idea di una casa alloggio per minori disadattati.
Sorge a Albiolo (CO) "Casa Enrico" in Via Quarto dei Mille , 23 per accogliere bambini allontanati dalle loro famiglie con decreto del Tribunale di Milano.

Come sostenerci

Per sostenere l'Associazione basta effettuare un versamento sul conto corrente bancario:

43211

c/o UBI Banca - Sede di Tortona piazza Duomo

IBAN IT 71 R 03111 48670 0000 0004 3211

Se vuoi destinare il 5 per mille nella prossima dichiarazione dei redditi, metti la tua firma nell'apposito riquadro "Sostegno del volontariato, delle organizzazioni non lucrative.." e scrivi il numero di Codice fiscale della Associazione:
94012020064


ATTENZIONE
L'Associazione non effettua la raccolta fondi "porta a porta", cioè non ha incaricati che vanno di casa in casa a raccogliere contributi. Nel caso dovesse succedere, stanno tentando di truffarvi.
Denunciate subito la truffa chiamando la polizia (113) o i Carabinieri (112) e l'Associazione.

Le raccolte fondi ed i banchetti informativi che potete trovare in strada sono sempre segnalati in anticipo con articoli sulle pubblicazioni locali e sul nostro sito.